Le discipline mediche del portale MEDICI-ITALIA.com

Trova il professionista o centro medico in Italia
TROVA IL MEDICO
Mappa interattiva degli specialisti e centri medici suddivisi per disciplina medica sul territorio nazionale.

Reumatologia

La reumatologia è quella branca della medicina interna che si occupa delle patologie che interessano l'apparato muscolo-scheletrico ed i tessuti connettivi dell'organismo. La reumatologia dunque studia le malattie delle articolazioni, del tessuto connettivo e di altri tessuti su base infiammatoria o autoimmune.

Il medico specialista viene chiamato reumatologo / reumatologa.


Che differenza c'è tra reumatologo e ortopedico?

Bisogna anzitutto sgombrare il campo da un equivoco di fondo: non è l'ortopedico che deve occuparsi dei cosidetti "reumatismi", bensì il reumatologo. Il chirurgo ortopedico è, per formazione professionale, uno specialista del trattamento chirurgico delle malattie muscolo-scheletriche e tratta fratture, distorsioni, lesioni traumatiche in genere, quando non arrivi addirittura a operare giunti gravemente danneggiati inserendo delle protesi (quelle all'anca e al ginocchio sono tra le più frequenti). Il reumatologo opera invece in un campo più ampio.


Reumatologia  Apparato muscolo-scheletrico  Malattie reumatiche  Reumatismi  Reumatologo  Reumatologa  Malattie reumatoidi  Osteoporosi 

Reumatologia

In medicina vi è tutta una serie di disturbi e disagi connessi al sistema muscolo-scheletrico che sono raggruppati sotto il termine generico di "reumatismi" e che si manifestano con dolori alla schiena, al collo, al ginocchio o con sintomi ancora più importanti, quali gonfiore alle articolazioni e febbre. Il reumatologo ha il compito di indagare su tali disturbi e risalire alla malattia reumatica di cui i "reumatismi" sono un sintomo.

Le malattie reumatiche del sistema locomotore (cioè delle ossa, delle articolazioni, dei muscoli, dei tendini e dei legamenti) sono un centinaio e vanno, tanto per citarne alcune, dall'artrite, dovuta a un processo di logoramento della cartilagine che si trova tra un osso e un altro nelle articolazioni portanti (ginocchia, colonna vertebrale, fianchi, mani), alla gotta, che si manifesta con gonfiori dolorosi ed è dovuta a un disturbo del metabolismo dell'acido urico, alla spondilite anchilosante, causate dalla infiammazione della colonna vertebrale o

all'osteoporosi, che indica deficienza di calcio nelle ossa, che diventano fragili e rischiano di fratturarsi anche con il minimo trauma.

Si aggiunga poi al gruppo delle malattie reumatiche vanno ricondotti anche le infiammazioni ai muscoli o ai tendini, che provocano mialgie, tendiniti, ecc. e può interessare il sistema muscolo-scheletrico perfino il lupus eritematoso, causato da un disordine immunitario che provoca manifestazioni cliniche anche in altri organi. Allo stesso modo disfunzioni delle ghiandole endocrine, malattie del sangue, della pelle possono manifestare sintomi "reumatici".

I sintomi delle malattie reumatoidi sono, a volte, ancora più vaghi e perciò più trascurati: si possono manifestare con una sensazione di pesantezza, tensione alle gambe, alle spalle, al collo, alla schiena, ecc.; con stanchezza o dolorini diffusi ("Mi sveglio peggio di quando mi addormento"); oppure con la perdita di appetito, di peso, con debolezza, senso di affaticamento e febbre.